bagno

A proposito di Home Staging

Un altro immobile da vendere, che così com’era non poteva essere immesso sul mercato. Un intervento di home staging full che ha ripagato la fatica!

L’appartamento, di grande metratura e con enormi potenzialità, necessitava di una ristrutturazione, soprattutto per pavimentazione, bagno, infissi e impianto elettrico. Suggeriti gli interventi necessari per renderlo abitabile ed eseguiti tutti i lavori, mancava soltanto il nostro intervento.

Un’altra splendida collaborazione con Susanna Menegotto di Home Design+. Giudicate voi, meglio prima o dopo?

L’ INGRESSO

Un potenziale acquirente decide nei primi 10 secondi dopo aver varcato la soglia se la VOSTRA casa diventerà la SUA casa. Ecco che valorizzare l’ingresso diventa quindi necessario e prioritario. Fate in modo che sia pulito, accogliente e in ordine e che abbia quel che di “vissuto” in grado di trasmettere il calore e la famigliarità che ci si aspetta quando si torna a casa!

L’ ANGOLO COTTURA

Quando non c’è la cucina, cosa fa l’home stager? Ne mette una di cartone! Perché una casa senza cucina non si può chiamare CASA!

LA ZONA LIVINGLa zona living è molto ampia. Abbiamo quindi cercato di creare angoli diversi, simulando una zona per guardare la televisione o semplicemente per un po’ di relax in compagnia di un buon libro. La luce naturale e il bianco degli interni rende questo spazio sereno e distensivo. Rifugio ideale per godere di un meritato riposo a fine giornata o per trascorrere piacevoli serate da soli o in compagnia.

LA CAMERETTAIl letto a castello c’era e noi abbiamo voluto conservarlo non solo perché era in buone condizioni, ma perché ci piaceva l’idea che potesse in qualche modo raccontare la storia di quel bambino che l’aveva vissuto. Perché le storie raccontate dai bambini sanno di verità e racchiudono quel sapore di innocenza che va dritto al cuore!

LA CAMERA MATRIMONIALE

Questa è la stanza che preferisco, ma è sempre così, in ogni allestimento è quella che mi piace di più! I toni chiari e neutri hanno il pregio di mettere in evidenza ed amplificare sia la luce solare che quella naturale, rendendo lo spazio ancora più ampio. I complementi naturali e le candele accese donano infine un’atmosfera quasi rarefatta e sognante.

IL BAGNO


Il bagno è stato completamente ristrutturato e dove c’era la vasca da bagno è stata installata una grande doccia aperta su di un lato, sicuramente apprezzata dai più.

LA TERZA CAMERA/STUDIO

Diciamocelo: chi di noi, da piccolo, non sognava una stanza giochi dove costruire una capanna? L’idea dell’ampia zanzariera è nata proprio da questo desiderio, volevamo uno spazio che facesse sognare ogni piccolo, senza dimenticare un angolo dedicato a chi invece è un po’ più grande e ha bisogno di studiare o lavorare in tutta serenità!

IL TERRAZZO

Quando c’è, il terrazzo è sicuramente un gran valore aggiunto. Impossibile quindi non tenerne conto, anzi! Complice la bella giornata di fine estate non è stato difficile immaginarsi sotto l’ombrellone a bere un drink. E voi? Come vi immaginereste?

Affittato alla prima visita

Quando si intende vendere o dare in affitto una casa, bisogna presentarla al meglio. Lo richiede il mercato, ma soprattutto lo esigono i potenziali acquirenti (o affittuari), perché diciamocelo, nessuno di noi si innamorerebbe di una casa malconcia.

In questo appartamento, da affittare arredato, i proprietari volevano un design minimalista, semplice e poco costoso. E in effetti se l’immobile è destinato ad altri, il design di interni deve incontrare il gusto di un vasto numero di persone, deve per così dire essere “neutro”.

Andiamo a scoprire insieme il mio intervento.

L’ingresso offre una vista completa su cucina e zona pranzo.

L’appartamento è molto luminoso, avendo una grande vetrata che si apre su un piccolo balcone. Per la parete dietro al divano si è scelto quindi un colore grigio per dare un tocco di carattere a tutto l’ambiente che altrimenti sarebbe risultato troppo chiaro e spoglio.

Il mobile per la televisione è un componente Ikea, arricchito da un piano in faggio, sempre di produzione Ikea.

Sempre di produzione Ikea, la cucina ha messo a dura prova la pazienza di proprietari e montatori, in quando la caldaia da nascondere era veramente di grandi dimensioni e in uno spazio così ridotto sarebbe stato difficile non notarla. Si è realizzato quindi un pensile su misura, e alla fine il risultato ha ripagato di ogni fatica.
La parete color lavagna è un mio capriccio. Io la adoro e non potevo non inserirla in questo mio progetto!

Lo spazio destinato alla cucina era veramente ristretto e non c’era spazio per il frigorifero, né tanto meno per un congelatore. Così si è pensato di integrarli nell’arredo posizionandoli a sinistra dell’ingresso che, per la sua lunghezza, ha permesso di aggiungere anche un modulo con i cassetti, molto utili per riporre pentole e utensili vari.

Illuminare correttamente ogni ambiente è molto importante e la scelta delle lampade non è sempre così facile e scontata. Nella camera da letto padronale, le lampade da lettura diventano elemento decor grazie a un filo colorato e sottile. Il sostegno, realizzato in cuoio, è molto minimal, ma in grado di conquistare la scena!

Nella seconda camera si è voluta dare l’idea di angolo relax, lasciando agli affittuari la scelta di completarla seguendo i loro bisogni e desideri.

Nel bagno il mosaico di un color oceano era già esistente e non era conveniente sostituirlo. Si è scelto quindi di “scaldarlo” con elementi tondeggianti come lo specchio e il lavandino appoggiato su un piano in legno che rispecchia il design scelto per ogni ambiente.

Questo progetto è stato fonte di piccole e grandi soddisfazioni per me, ma soprattutto per i committenti che hanno affittato l’appartamento praticamente a prima vista. E questa è la dimostrazione che non serve necessariamente un grande budget per creare il giusto equilibrio tra carattere, colore e calore.

La casa deve soprattutto emozionare

Potessi farlo a casa mia, lo farei ogni giorno!

Mi piacerebbe cambiare tutti i cuscini, i piatti, i colori, i decori, i quadri!! Ma non ho un magazzino tanto grande da contenere tutti i miei cambi di idee. E allora cosa c’è di meglio di un immobile ancora invenduto per liberare la mia creatività e scatenare la mia voglia di cambiamento?

Sì, perché per essere sicuri di vendere una casa nel più breve tempo possibile bisogna presentarla al meglio, bisogna fare in modo che gli acquirenti se ne innamorino all’istante!

Il mio lavoro è quello di abbellire, rimodernare, sistemare un immobile per immetterlo sul mercato. Non servono grandi budget per farlo, guardate cosa si può fare con pochissimi soldi a disposizione. Godetevi i “prima e dopo” di questo piccolo appartamento nel cuore della città di Treviso.

Diapositiva3Diapositiva4L’appartamento, di per sé già molto carino, necessitava solo di qualche “tocco” che facesse entrare un po’ di… primavera. I cuscini turchesi e una diversa disposizione del divano e delle poltrone hanno permesso di creare un angolo tutto da vivere. Scommetto che sarà bello anche d’inverno, con il camino acceso!Diapositiva7 Diapositiva8 Diapositiva13

La zona pranzo risultava un po’ spoglia. Ecco come possono immaginarsi gli acquirenti in un giorno qualunque.Diapositiva11 Diapositiva15 Diapositiva16

Sul tavolo, dei piatti turchesi richiamano i cuscini disposti sul divano.
Diapositiva19 Diapositiva24

La cucina, seppure piccola, era già praticamente completa. Anche per questo ambiente, è bastato aggiungere qualche utensile e qualche pianta aromatica per far rivere i profumi e i colori della nostra tavola.
Diapositiva25 Diapositiva29Diapositiva36

Un letto ben fatto, l’illuminazione, le tende e gli altri elementi decorativi possono fare la differenza quando si vuole vendere un immobile. Una bella presentazione rende la propria casa desiderabile ai compratori che possono già immaginarsi di abitarla.Diapositiva37 Diapositiva39 Diapositiva41Se non disponete di un vero e proprio comodino o se lo spazio a disposizione è proprio poco, potete usare un piccolo sgabello, grande quanto basta per appoggiare una lampada e qualche oggetto decorativo.
Diapositiva43

Valorizzate tutti i mobili presenti, e non dimenticate di mettere in ordine. Magari voi non ci fate caso, ma i visitatori guardano anche in alto!
Diapositiva44La cucina e il bagno fanno vendere una casa, soprattutto se a vederla è una donna. Diciamocelo, noi donne siamo sempre attente ai dettagli. Quindi non tralasciate mai di abbellire il bagno, anche se questo è piccolo e senza finestra!Diapositiva33

Sono soddisfatta del risultato. Questo dimostra che per presentare al meglio una casa non serve spendere una fortuna se si è capaci di fare buoni acquisti e si ha un po’ di inventiva.

A volte basta poco

E’ vero, a volte basta poco per cambiare aspetto agli ambienti.

Ma se dovessimo rimettere a nuovo un appartamento che magari dobbiamo vendere e proprio non abbiamo idea di cosa ci vorrebbe per renderlo carino, che fare?

L’arte delle Home Stager è proprio questa, il saper cogliere quel che serve per rendere appetibile un immobile che ha tutte le caratteristiche per essere venduto in fretta, ma manca di quel tocco che rende ogni ambiente perfetto, rischiando così di passare inosservato tra i milioni di altri immobili esposti nelle bacheche delle agenzie immobiliari.

Questi moodboard sono stati creati apposta per non dimenticare le cose indispensabili in un intervento di Home Staging, per il resto uno Stager professionista renderà, con facilità e budget ridotto, ogni ambiente invitante e accogliente e non ci sarà compratore disattento che non lo noterà!

SALOTTO

 

CUCINA

 

CAMERA DA LETTO

 

BAGNO

Armadio, dispensa o…?

Il mercatino di PoppyChi lo ha detto che un armadio deve rimanere tale per tutta la vita?

Questo è un comunissimo armadio anni ’20 scovato in un mercatino dell’usato.

Inutile che vi dica che non appena l’ho visto mi sono subito immaginata all’opera, quindi non ci ho pensato un attimo e sono volata immediatamente a prendere un furgone.

Man mano che i lavori procedevano mi è balenata in testa un’idea: e se lo trasformassimo in una dispensa? Già me lo vedo in un angolo di cucina con le tovaglie nel cassetto e piatti e bicchieri ben ordinati. Oppure perché no in un bagno con degli asciugamani ben piegati nei ripiani. Il cassetto può sempre contenere tutte quelle cose che nel bagno di una donna non mancano mai, il phon, le spazzole, insomma tutte quelle cose che sono utili, ma diciamocelo non è bello neanche vederle in giro.

Voi che ne dite? Sono sicura che un posticino per questo gioiello lo troverete. I lavori ovviamente non sono ancora finiti, ma potrebbe essere l’occasione giusta per decidere il colore che fa per voi.  E se proprio avete dubbi sullo spazio, eccovi le misure: altezza cm. 194, larghezza cm. 70, profondità 54.

JB5A9823

JB5A9825


 

JB5A9832

JB5A9835

JB5A9841