Affittato alla prima visita

Quando si intende vendere o dare in affitto una casa, bisogna presentarla al meglio. Lo richiede il mercato, ma soprattutto lo esigono i potenziali acquirenti (o affittuari), perché diciamocelo, nessuno di noi si innamorerebbe di una casa malconcia.

In questo appartamento, da affittare arredato, i proprietari volevano un design minimalista, semplice e poco costoso. E in effetti se l’immobile è destinato ad altri, il design di interni deve incontrare il gusto di un vasto numero di persone, deve per così dire essere “neutro”.

Andiamo a scoprire insieme il mio intervento.

L’ingresso offre una vista completa su cucina e zona pranzo.

L’appartamento è molto luminoso, avendo una grande vetrata che si apre su un piccolo balcone. Per la parete dietro al divano si è scelto quindi un colore grigio per dare un tocco di carattere a tutto l’ambiente che altrimenti sarebbe risultato troppo chiaro e spoglio.

Il mobile per la televisione è un componente Ikea, arricchito da un piano in faggio, sempre di produzione Ikea.

Sempre di produzione Ikea, la cucina ha messo a dura prova la pazienza di proprietari e montatori, in quando la caldaia da nascondere era veramente di grandi dimensioni e in uno spazio così ridotto sarebbe stato difficile non notarla. Si è realizzato quindi un pensile su misura, e alla fine il risultato ha ripagato di ogni fatica.
La parete color lavagna è un mio capriccio. Io la adoro e non potevo non inserirla in questo mio progetto!

Lo spazio destinato alla cucina era veramente ristretto e non c’era spazio per il frigorifero, né tanto meno per un congelatore. Così si è pensato di integrarli nell’arredo posizionandoli a sinistra dell’ingresso che, per la sua lunghezza, ha permesso di aggiungere anche un modulo con i cassetti, molto utili per riporre pentole e utensili vari.

Illuminare correttamente ogni ambiente è molto importante e la scelta delle lampade non è sempre così facile e scontata. Nella camera da letto padronale, le lampade da lettura diventano elemento decor grazie a un filo colorato e sottile. Il sostegno, realizzato in cuoio, è molto minimal, ma in grado di conquistare la scena!

Nella seconda camera si è voluta dare l’idea di angolo relax, lasciando agli affittuari la scelta di completarla seguendo i loro bisogni e desideri.

Nel bagno il mosaico di un color oceano era già esistente e non era conveniente sostituirlo. Si è scelto quindi di “scaldarlo” con elementi tondeggianti come lo specchio e il lavandino appoggiato su un piano in legno che rispecchia il design scelto per ogni ambiente.

Questo progetto è stato fonte di piccole e grandi soddisfazioni per me, ma soprattutto per i committenti che hanno affittato l’appartamento praticamente a prima vista. E questa è la dimostrazione che non serve necessariamente un grande budget per creare il giusto equilibrio tra carattere, colore e calore.

Venduto in 15 giorni con l’home staging

I numeri parlano chiaro! Per vendere velocemente un immobile, l’home staging non è una scelta, ma una necessità.
Ecco i prima e dopo di un appartamento che sembrava invendibile in quella che è stata una splendida collaborazione con l’Home Stager Susanna Menegotto di Home Design+


 

 

Voi che ne pensate? Lo avreste comperato così come si presentava? Io non credo, ecco perché rivolgersi a un professionista della valorizzazione immobiliare conviene!

Venduto in una settimana con l’home staging

Per vendere un immobile in fretta ci vogliono: il compratore giusto; il prezzo in linea con il mercato; la zona ben servita. Tutto vero! Ma io mi pongo una domanda: qual è il compratore giusto? Gli Agenti Immobiliari ti ripetono che è quello che ha già visto 20 immobili dopo il tuo, poi ricomincia da capo e se gli è piaciuta la tua casa, torna da te. E contratta sul prezzo. Questo è il mercato immobiliare di adesso.
E allora come puoi distinguerti da quei 20 immobili in vendita nella tua zona? perché ce ne sono davvero tanti.

Se ti sei posto questa domanda, sei sulla strada buona e l’Home Staging può fare al caso tuo. Sì perché la tua casa deve distinguersi, deve essere ben curata, arredata con gusto e ben fotografata. E se è vuota, l’home stager saprà come valorizzarla e soprattutto far risaltare gli spazi.
Questo appartamento che vi presento era in vendita da un anno circa.
Dopo il mio intervento di home staging, è stato venduto in una settimana, senza riduzione di prezzo!

Eccovi i “prima” e i “dopo”.

Prova costume per la casa al mare

Se l’arrivo dell’estate ci sta mettendo a dura prova in palestra, arredare la casa al mare sarà per noi una passeggiata!

D’accordo, le conchiglie sul tavolo fanno già da sole “casa al mare”, ma se non siamo totalmente soddisfatte dell’arredo o semplicemente vogliamo rinnovarlo, ecco qualche suggerimento per rendere ogni ambiente fresco e chic. In fondo è questo che cerchiamo, vero?

ImmagineIn salotto, i divani bianchi creano una bella atmosfera, ma ve li immaginate i vostri cari tornare dalla spiaggia e sdraiarvici sopra? Meglio optare per dei divani in rattan con dei cuscini sfoderabili. Scegliete tessuti a righe e abbinateli a cuscini che riprendano i toni e i colori della casa. Optate per dei colori pastello come azzurro, giallo o verde lime. Evitate i colori caldi come il rosso, l’arancione o il marrone, non vi aiuteranno a dare agli ambienti quel sapore di freschezza tipico delle case al mare.

Immagine999

Eccovi alcuni esempi per degli acquisti che potete fare tranquillamente on-line (1, 2, 3, 4, 5, 9) (7) (6, 8).

casa al mare2

In camera da letto scegliete lenzuola in lino, meglio dai colori chiari. Per i tappeti e le fantasie dei tessuti, abbinate i colori che avete usato in soggiorno, otterrete una continuità tra gli ambienti che renderà l’aspetto della vostra casa armonioso e fresco.e3341a57279235b1dfe15a8919f080e0

28d8291ecf5eee70d705b311d273f647

Per un look ancora più fresco e personale, scegliete una carta da parati a righe verticali (8). Se volete realizzare una camera che assomigli a quella in foto, non preoccupatevi, non dovrete correre da un negozio all’altro. Ho realizzato per voi una”lista della spesa” per acquisti online, comodo no? (1,2, 3,4) (5,6,7,9).

Diapositiva1

Se per il salotto e la camera da letto potrete abbandonarvi al trasporto della decorazione, per la zona pranzo vale invece l’espressione less is more, ovvero acquistate lo stretto necessario e soprattutto non cedete alla tentazione di portare nella casa al mare tutto quello che non trova più spazio in città (lo so, succede a tutti!). Bella anche l’idea di avere sedie di forme e colori diversi  (purché restiate sui toni pastello), da abbinare agli sgabelli, soprattutto se avete la fortuna di disporre di uno spazio all’aperto.

08ebda8dc1a5e541cee480f5d0d854af

0cf58cdd5e3191c45f3fd2aeec1ad217

Lasciatevi andare e liberate tutta la vostra fantasia invece per le decorazioni, soprattutto prima di servire la cena. Una tavola ben apparecchiata vi farà perdonare anche un menù riuscito non proprio al meglio (ve lo dice una che non sa cucinare!).

180b2c9478e15d537a6cd989bf496e6b

a395b92bd88b0e5e23b9f8bc80b00742

Le ispirazioni alla natura marina non devono mancare in una casa al mare, quindi fate pure incetta di conchiglie, ma attenzione: è illegale raccoglierle  in prossimità di aree protette e barriere coralline  e vietatissimo ancor di più prelevare coralli. Per non sbagliare, acquistatele nei tanti negozi presenti nelle città balneari, ne troverete un infinità e vi risparmierete anche il fastidio di lavarle! decorazioni

Spero di avervi ispirato, e se avete bisogno di consigli, suggerimenti o aiuto negli acquisti, sarò ben felice di aiutarvi. Ora però scusate, ma devo lasciarvi: ho un duro lavoro da svolgere… in riva al mare!

9966b598075ace065c943e07f7bcd986

 

 

E se la cameretta non fosse tutta rosa o azzurra?

Arredare una cameretta per bambini è sempre una gioia, soprattutto per i genitori. Ma come fare se i bimbi sono di sesso diverso e devono condividere la stessa stanza?

Vediamo insieme qualche idea su come mettere d’accordo entrambi. Non preoccupatevi, basta seguire poche semplici regole per creare spazi particolari e soprattutto unici, proprio come i vostri piccoli!

Divertiamoci con qualche ispirazione!

fe2fb19dc399f0c3c9037d239bb74ae9

La scelta del colore grigio per le pareti di questa cameretta, rende l’idea di come si può creare una stanza che incontri le esigenze di tutti. Se i vestitini appesi fossero rosa, la stanza sarebbe perfetta per una femminuccia, vero? Viceversa, con una copertina azzurra e qualche macchinina, sarebbe giusta per un maschietto.  Ecco il segreto: cambiate gli accessori, non i mobili!

Immagine12

Ecco altri esempi di come creare un ambiente neutro. Il colore beige vi sembra troppo monotono? Provate ad aggiungere qualche cuscino colorato, qualche scatola porta giochi o delle foto di famiglia e l’ambiente si ravviverà in un battibaleno!

Immagine1222

Ancora un esempio di cameretta versatile. I colori pastello, funzionano perfettamente e che ne dite della parete decorata a pois? Non abbiate paura di osare con la carta da parati, in fondo non meritano il meglio i vostri bambini?

ea44231e43ba230907c4f38524c137dd

Se proprio non sono riuscita a convincervi, o se non ve la sentite di rinunciare a quel tocco di rosa che trasforma la vostra bambina in un’autentica principessa, ecco gli accessori che possono fare la differenza ed a quali, sono sicura, non riuscirete a dir di no!

baby-mobile-2-e1397233660460

Impreziosite da un cuore di perla, queste rose di feltro sembrano soffici nuvole che pendono dal soffitto, io le trovo fantastiche! Le trovate in vendita online, ma se avete manualità e pazienza le potrete realizzare personalmente. Trovate qui l’occorrente e le istruzioni per farle.

cd5da8e737b102b0a11314bbec5a0de9

3D-flowers

Decorare una parete con gli stickers è una soluzione semplice e pratica, se non altro perché si tolgono con facilità e non lasciano segni di colla sui muri. Se poi li volete personalizzare, nel  web si trovano un sacco di idee, tutte da copiare!

camera da bambini

Riepilogando: ambienti e arredi neutri e accessori colorati. Vi risparmierete così dal dover cambiare completamente un’intera cameretta all’arrivo del nuovo bebè e di sicuro ne beneficerà anche il vostro portafogli (gli arredi e gli accessori che vi ho suggerito nel moodboard qui sopra sono quasi tutti acquistabili on-line o nei negozi Maison du Monde).

 

 

Uno spazio anche per loro: i cani

Eccoci al secondo appuntamento con Uno spazio anche per loro, ovvero i nostri amici a quattro zampe.

Parliamo oggi dei cani, queste meravigliose creature definite da Sigmund Freud i migliori amici dell’uomo (credo tuttavia che anche non l’avesse espresso lui, il concetto ci sarebbe altrettanto familiare!).

Un cane ti ama incondizionatamente, ti sta accanto sempre, ti riempie la vita, e anche la casa: quindi spesso ci troviamo a “combattere” con degli spazi forzatamente condivisi, con delle coperte mal riposte e con delle ingombranti brandine.

Come ovviare a tutto questo?

Ecco alcune idee su come il design ci viene incontro quando vogliamo conciliare il nostro vivere la casa con i bisogni e la presenza del nostro amico.

Dog House Sofa
dog_house_sofa_05

In Corea del Sud oltre dieci milioni di persone convivono con animali domestici. Lo sa bene il designer Seungji Mun che con la sua collezione di mobili pet, creata con il brand “m.pup”, ha voluto esaltare  l’armonia esistente tra uomo e animale domestico, condividendone emozioni e sentimenti. Attraverso i suoi prodotti, inoltre, l’artista si sta impegnando a diffondere il grave problema degli abbandoni, un  nobile impegno che assotiglia i confini tra arredamento e benessere degli animali.

Il divano è realizzato in legno massello di frassino e tessuto canvas per le sedute.

dog_house_sofa_08

Bambú Hammock

dog_hammock

Linee pulite e materiali eco-friendly per l’amaca Bambú Hammock prodotta da Pet Lounge Studios,  azienda statunitense che vende in tutto il mondo prodotti creativi per animali domestici principalmente realizzati in bambù.  La superficie è pensata in modo tale da rispondere al meglio al peso del cane, alleviando così molti dei punti di pressione che gli possono causare disagio. Il cuscino, ovviamente removibile, è realizzato  in pelle scamosciata ipoallergenica e resistente alle macchie.

Immagine1231556

Rocking – 2 – Gether Chair 

tumblr_m4wa366rzu1qzxhoso1_1280

Il Rocking – 2 – Gether Chair di Paul Kweton è un sedia a dondolo perfetta per rilassarsi insieme al nostro amico. Realizzata in multistrato di betulla, può essere personalizzata scegliendone larghezza e densità di colore.

9154_10151167321059677_1454416077_n

Se invece vi piace sperimentare il fai da te, ecco un’idea su come far star comodo il vostro cane, fondendo uno spazio tutto per lui con il resto dell’arredo. Basta un cubo di legno, un morbido cuscino e il gioco è fatto! Per varie composizioni e acquisti online:  http://www.cosecosi.it/arredonaturale/cubomagico.asp

ed7ced82a0ce3040312beb9ee9c29ab3

Per i più piccoli ed esigenti, ecco invece una creazione tres chic, replicabile anche se non si possiede un’autentica valigia di Luis Vuitton!

Immagine12315

Only for them!

bee716eb1dd109337e435cfcf67334aa

Se lo spazio non vi manca (e i cani neppure), non sottovalutate l’idea di creare una stanza solo per loro, magari personalizzandola con foto in bianco e nero che ritraggono i loro (e anche vostri) momenti felici. Ottimo suggerimento anche la parete colorata che rende lo spazio ancora più definito e prezioso.

A scomparsa

453bff95b32c38a2ca841893b4b65667

E se non si vogliono avere ciotole sparse un po’ ovunque, si può sempre ricorrere ad una soluzione “su misura”  che compare solo al momento del pasto e si nasconde il resto della giornata (anche se è sempre meglio lasciare la ciotola dell’acqua sempre a disposizione).

E se poi piove?

c700x420

Fino ad ora abbiamo visto soluzioni per i momenti in cui il nostro cane è in casa, ma sappiamo bene che le uscite non possono e non dovono mancare. E se fuori piove? Sicuramente le apposite pettorine e cappotti impermeabili possono essere una soluzione, soprattutto per i cani di piccola taglia, ma per chi proprio non le sopporta, ecco far ingresso anche in Italia gli ombrelli per cani che funzionano anche come guinzaglio. Un accessorio forse più pratico che si blocca al collare e protegge il nostro amico dalla pioggia senza compromettere la sua sicurezza. Acquistabile on line e nei migliori negozi di accessori per animali.

Proteggiamo i nostri cani, sosteniamo le Associazioni per la Protezione degli Animali nelle campagne contro gli abbandoni! 

LOGO-ENPA-ESTESO logo-home logo-lav

 

 

 

 

“E’ dolce sentire l’onesto abbaio del cane da guardia che ci lancia un profondo benvenuto quando ci avviciniamo a casa; è dolce sapere che c’è un occhio attento che cura il nostro ritorno e si illumina quando arriviamo.” – Lord Byron

La casa deve soprattutto emozionare

Potessi farlo a casa mia, lo farei ogni giorno!

Mi piacerebbe cambiare tutti i cuscini, i piatti, i colori, i decori, i quadri!! Ma non ho un magazzino tanto grande da contenere tutti i miei cambi di idee. E allora cosa c’è di meglio di un immobile ancora invenduto per liberare la mia creatività e scatenare la mia voglia di cambiamento?

Sì, perché per essere sicuri di vendere una casa nel più breve tempo possibile bisogna presentarla al meglio, bisogna fare in modo che gli acquirenti se ne innamorino all’istante!

Il mio lavoro è quello di abbellire, rimodernare, sistemare un immobile per immetterlo sul mercato. Non servono grandi budget per farlo, guardate cosa si può fare con pochissimi soldi a disposizione. Godetevi i “prima e dopo” di questo piccolo appartamento nel cuore della città di Treviso.

Diapositiva3Diapositiva4L’appartamento, di per sé già molto carino, necessitava solo di qualche “tocco” che facesse entrare un po’ di… primavera. I cuscini turchesi e una diversa disposizione del divano e delle poltrone hanno permesso di creare un angolo tutto da vivere. Scommetto che sarà bello anche d’inverno, con il camino acceso!Diapositiva7 Diapositiva8 Diapositiva13

La zona pranzo risultava un po’ spoglia. Ecco come possono immaginarsi gli acquirenti in un giorno qualunque.Diapositiva11 Diapositiva15 Diapositiva16

Sul tavolo, dei piatti turchesi richiamano i cuscini disposti sul divano.
Diapositiva19 Diapositiva24

La cucina, seppure piccola, era già praticamente completa. Anche per questo ambiente, è bastato aggiungere qualche utensile e qualche pianta aromatica per far rivere i profumi e i colori della nostra tavola.
Diapositiva25 Diapositiva29Diapositiva36

Un letto ben fatto, l’illuminazione, le tende e gli altri elementi decorativi possono fare la differenza quando si vuole vendere un immobile. Una bella presentazione rende la propria casa desiderabile ai compratori che possono già immaginarsi di abitarla.Diapositiva37 Diapositiva39 Diapositiva41Se non disponete di un vero e proprio comodino o se lo spazio a disposizione è proprio poco, potete usare un piccolo sgabello, grande quanto basta per appoggiare una lampada e qualche oggetto decorativo.
Diapositiva43

Valorizzate tutti i mobili presenti, e non dimenticate di mettere in ordine. Magari voi non ci fate caso, ma i visitatori guardano anche in alto!
Diapositiva44La cucina e il bagno fanno vendere una casa, soprattutto se a vederla è una donna. Diciamocelo, noi donne siamo sempre attente ai dettagli. Quindi non tralasciate mai di abbellire il bagno, anche se questo è piccolo e senza finestra!Diapositiva33

Sono soddisfatta del risultato. Questo dimostra che per presentare al meglio una casa non serve spendere una fortuna se si è capaci di fare buoni acquisti e si ha un po’ di inventiva.

Uno spazio anche per loro: i gatti

Amo gli animali, soprattutto i gatti. In casa (io ne ho tre) sono loro a dettare le regole e anche se lo spazio non manca (ho dedicato a loro una stanza con tanto di soppalco e tiragraffi gigantesco), finiscono per venire a dormire con me sul letto, rendendo ogni movimento un’impresa, chi ha gatti sa di cosa parlo!

Per i loro riposini pomeridiani ho posizionato cuscini in molti angoli di casa, ma immancabilmente ne scovano sempre di nuovi (ora per esempio va di moda dormire sopra il decoder della tv!) rendendo irraggiungibile ogni mio desiderio di perfetto ordine.

Fortunatamente, nel mondo dell’arredo, molte sono le proposte per un design adatto sia a noi che ai nostri fedeli amici, quindi eccoci qualche idea per avere una casa che non sia solo a portata di zampa!

Iniziamo con la libreria che il designer belga Corentin Dombrecht  ha creato per tenere in ordine i nostri libri e per far fare del buon esercizio fisico ai felini. Si chiama Cat-Friendly Shelf e anche se dal nome sembrerebbe pensata solo per loro, è invece un’idea davvero unica ed originale che potrà conciliare gatto e arredo.

cat-library-4x4-01

cat_friendly2

Chi è appassionato di design non potrà non essere attratto dalle creazioni di  Meyou, il brand tutto parigino di Aude Sanchez e Guillaume Gadenne. Tre le tipologie di cucce proposte, The Cube, The Ball e The Bed tutte realizzate con materiali di ottima qualità e in vari colori. Pensate per adattarsi ad ogni tipo di ambiente, sono comode per i gatti e soprattutto belle da vedere.

The Cube

catcocoon9-900x651

The Ball

6319940_meyou--aude-sanchez-and-guillaume-gadenne_teb05d37e

catcocoon7-900x632

The Bed

catcocoon1-900x600

catcocoon10-900x1222

E se abbiamo anche una parete che non sappiamo come riempire, ecco che il Michigan ci viene in soccorso con i ripiani-amaca Deluxe Playplace, disponibili in vari colori sia per quanto riguarda la struttura in legno che per le parti in tela di canapa.  Un sogno tutto felino da tener lontano dalla portata dei bambini!

960060e162d82f2affae74f0e877979e

il_570xN.646998608_qxc4

Non potevano mancare i pouf! Io li adoro, in tutte le loro forme e colori e se poi hanno le orecchie da gatto, come faccio a resistere? Questi sono della Textile designer, Aleksandra Gaca e li trovate qui.

f22d49c7850fb106e92d42adb1b3090d

Spero abbiate apprezzato questi consigli e quest’immagini quanto me, alla prossima zampa! miaooo

 

 

Il fascino della sottrazione, un appartamento in stile minimal

Richieste dei Committenti

Gli elementi cardini che hanno caratterizzato la realizzazione del Progetto di arredo di questo appartamento a Vittorio Veneto, sono stati la ricerca di uno stile di arredo semplice, elegante e minimalista, caratteristiche richieste dai Committenti che desideravano superfici lisce, ambienti armoniosi e facili da pulire.

Elementi distintivi dello stile minimal

  • Materiali per lo più innovativi per rivestimenti, superfici e arredi
  • Arredamento ridotto al minimo
  • Forme  essenziali e geometricamente lineari
  • Colori sobri o per lo più neutri
  • Estrema funzionalità
  • Ingombro minimo dello spazio
  • Integrazione massima con sistemi tecnologici, elettrodomestici e innovazione
  • Assenza quasi totale di decori

REALIZZAZIONE PROGETTO DI INTERNI 

Soggiorno 

Per rispettare le richieste dei Committenti che desideravano per la zona living la realizzazione di una zona per il pranzo per una decina di ospiti e di un angolo dove rilassarsi a guardare la televisione, sono state formulate varie proposte, ridotte in seguito a due con un’ unica variante per la zona relax.

Prima proposta:

Schermata 2015-09-16 alle 19.01.56

Nella zona pranzo, la soluzione con la panca addossata al muro permette di recuperare spazio intorno al tavolo e conferisce  leggerezza a tutto l’ambiente che sarebbe altrimenti appesantito dalla presenza di molte sedute.

Le sedie per la zona pranzo avranno le stesse finiture di quelle presenti in cucina, così da essere facilmente interscambiabili.

La credenza in centro stanza, sarà fatta su misura e nasconderà il retro del divano. Ideale per contenere piatti e bicchieri, potrà facilmente essere usata da chi sta seduto sul divano. In alternativa, potrà essere addossata alla parete sotto le finestre. 

Seconda proposta:

Schermata 2015-09-16 alle 19.00.28

 

Mantenendo la panca nella zona pranzo per motivi di spazio, la seconda proposta prevede il divano non più in centro stanza, ma lungo la parete.

La credenza, separerà le due zone e potrà essere utilizzata per poggiare il televisore.

Questa seconda soluzione, pur regalando più spazio all’ambiente, è sconsigliata per la presenza della stufa a pellet posta nell’angolo a destra della stanza.

 

Dopo aver esaminato le varie soluzioni e valutate le loro esigenze, i Committenti hanno preferito la suddivisione degli spazi come suggerito nella prima proposta. Protagonista e punto focale della zona living diventerà quindi il divano che sarà ben visibile dall’ingresso e segnerà la linea di confine tra le due zone.

Per rispettare l’essenzialità delle linee, dei colori e dello stile richiesto, si privilegeranno i toni neutri, con qualche punta di colore vivace, le porte saranno sbiancate e il pavimento in larice sarà opacizzato o sostituito. Gli arredi saranno geometrici e regolari, con forme semplici e pulite per trasmettere sensazioni di purezza e linearità.

Ampia importanza verrà infine data all’elemento illuminazione: le finestre prive di tende favoriranno l’entrata della luce naturale e lampade da parete dal design essenziale offriranno una luminosità artificiale non invadente, mentre spiccheranno prepotentemente quelle a sospensione che porranno l’attenzione su punti ben definiti.

Realizzazione Progetto per la zona pranzo

L’essenziale è invisibile agli occhi, il superfluo, anche. Il minimal si spoglia di tutto per ridare allo spazio quel che è suo, quindi si comincia con arredamento ridotto al minimo, niente tappeti, superfici riflettenti e decorazioni inesistenti.

foto 29

pavimento1. Sopra il tavolo da pranzo, due lampade a sospensione String Lights del designer Michael Anastassiades per Flos

2. Il tavolo con finitura rovere spazzolato è stato realizzato artigianalmente. Il piano e le gambe hanno uno spessore di 8 cm. Stesse finiture per la panca realizzata anch’essa su misura

3. Il pavimento, originariamente in legno di larice, è stato sostituito con listoni di legno di rovere

Realizzazione Progetto per la zona relax

La stufa a pellet rimane e diventa essa stessa oggetto di decorazione. Le pareti si rivestono di bianco e tutto l’ambiente acquisisce un ordine perfetto, ogni elemento occupa il suo spazio con precisione e senza eccessi.

Ecco com’era:

Immagine565 (Small)

E com’è diventata:

Immagine56565 (Small)

La mensola sotto la finestra, funge da porta televisione ed è stata realizzata sempre con finitura rovere spazzolato con spessore 8cm. come il piano dei tavoli per dare continuità ai due ambienti.

Sotto alla mensola, un mobiletto a due ante realizzato su misura con le stesse finiture della credenza, richiama il colore dei pensili della cucina. Ottimo per riporre lettore dvd e decoder, nasconde i cavi dell’impianto televisivo che altrimenti sarebbero stati a vista.

Funzionalità e praticità si uniscono ad un design elegante e lineare del divano completamente sfoderabile. Le sedute di 89 cm offrono la comodità di chi ama passarci delle ore e i piedini in metallo cromato, spiccano sul colore naturale del tessuto.

pouf (Small)

Completa la zona relax un grande pouf, accessorio che oltre alla sua versatilità nel potersi adattare ad una grande varietà di usi, ha una seduta confortevole tanto per allungarsi quanto per sedersi e distendersi.

20160201_100032 (Small)

Anche i colori sono ridotti all’essenziale. Il bianco, il beige e la tonalità naturale del legno, sono i colori dominanti di questo Progetto e non offrono appigli allo sguardo, che resta libero di vagare negli ampi spazi ininterrotti degli ambienti arredati in stile minimal.

Attorno a questa base di cromie-non cromie, si è inserito il colore rosso acceso di un solo mobile realizzato in laccato lucido diretto.

La credenza misura 35 cm. di profondità e può essere posizionata sia sulla parete (come nella foto) o in alternativa dietro al divano, poiché ne rispetta le misure.

L’illuminazione a parete è della linea Box di Linea Light Group e misura 61 cm.

foto 8

La scelta del pavimento in rovere e del bianco per le porte interne alleggerisce l’impatto visivo del soffitto tutto travato e costituisce una nota soft ed equilibrata in tutti gli ambienti. Le porte interne sono state ridipinte, eccetto il portoncino di ingresso originariamente in vetro che è stato invece sostituito per ragioni di sicurezza.

I battiscopa sono stati realizzati in legno di rovere come il pavimento.

foto 9

modificata (Small)modificata2

A sinistra dell’ingresso, si trova un’ampia stanza adibita a ripostiglio/lavanderia.

La lampada a parete è sempre della linea Box di Linea Light Group. Per evidenziare la zona corridoio/ingresso è stata scelta di 93 cm.  anziché di 61 cm come nel resto della zona living.

Cucina

La cucina lasciata dal vecchio proprietario dell’immobile presentava degli inestetismi, la presa di corrente e il tubo della cappa di aspirazione a vista, risultavano troppo pesanti e non coincidevano con lo stile lineare e pulito del resto degli ambienti.

7 (Small)

Si è quindi suggerito di rifare i moduli superiori per incassare la cappa e nascondere la presa di corrente. Oltre a un aspetto più ordinato e  “pulito”, la realizzazione dei nuovi pensili ha fatto guadagnare più spazio per riporre gli utensili da cucina.

20160201_100431 (Small)IMG_20150822_150316 (Small)20160201_100442 (Small)

Il frigorifero, inizialmente posizionato all’esterno della cucina, risultava ingombrante e decisamente fuori posto. Con la nuova sistemazione, è stato sostituito con uno ad incasso.

foto 10

Il tavolo della cucina è stato realizzato uguale per materiale, forma e finitura a quello posizionato nella zona living per conferire leggerezza e continuità in entrambi gli ambienti.

gemma

 

Il faretto a parete in cucina è stata sostituito con le lampade a sospensione Gemma S2D del designer Giovanni Barbato per De Majo

 

 

Camera padronale

Guardando il nuovo Progetto, i materiali impiegati e le loro qualità sensoriali si ripetono nei vari ambienti, così il calore del legno e le linee pure e geometriche passano senza intervallo dal Living alla Zona Notte.

Cuore pulsante della camera padronale è decisamente il letto matrimoniale. Con la sua  testiera lunga 257,6cm. di legno imperfetto, con graffi che sembrano essere frutto del passare del tempo, e la trasparenza e la perfezione del vetro che ne sostiene la struttura, il letto Air Wildwood di Lago Spa, interpreta pienamente l’armonia e l’essenzialità dell’intero Progetto.

Semplicità e rigore anche per il comodino, costituito da una mensola rivestita in tessuto di lino naturale, sempre di Lago Spa.

Immagine22 (Small)

 

poc_340_215_5_80

 

In un appartamento dove tutte le pareti sono di un bianco candido, la camera matrimoniale si distingue per il color tortora scelto per  la parete frontale. Il tono caldo ma deciso, pone l’accento su una stanza che ha solo due protagonisti: il letto e le le lampade di vetro e cristallo che Barbara Maggiolo ha disegnato per Vistosi.

 

«La perfezione si ottiene non quando non c’è nient’altro da aggiungere, bensì quando non c’è più niente da togliere» (Antoine de Saint Exupéry)

1 2 3 5